Ires cosa è e come si paga il tributo

L’Ires è una tassa da emettere in favore dell’Erario che va pagata compilando il modello F24. Il pagamento dell’Ires è dovuto alla fine dell’anno fiscale da tutti coloro che sono in possesso di una Partita Iva.

Per i meno esperti è meglio, nella compilazione del modello F24, affidarsi alle mani di un commercialista esperto, questo per evitare di dover pagare sanzioni a causa degli errori commessi nella compilazione.

Per pagare l’Ires, nella compilazione del modello F24 va indicato il codice tributo 2003, che fa, appunto riferimento all’imposta sul reddito delle società.

Ires: cosa è e da chi è dovuta l’imposta sul reddito delle società?

L’Ires è l’imposta sul reddito delle società, regolata dal decreto legislativo numero 344 del 2003. L’importo dovuto può essere pagato o in un’unica soluzione o in diverse rate, in ogni caso va utilizzato sempre lo stesso codice tributo che può essere utilizzato anche per effettuare la compensazione degli importi eventualmente a credito del contribuente.

Tenute al versamento dell’Ires sono le persone giuridiche, ovvero le società di capitali, le società di mutua assicurazione residenti nel territorio italiano ma anche da società ed enti non residenti, compresi i trust. A partire dal 2004 l’Ires ha sostituito l’Irpeg.

L’Ires dovuta da una società, dal 1 gennaio 2008, è pari al 27.50% del reddito prodotto mentre fino a tale data l’aliquota dovuta era pari al 33%. A partire da dicembre 2017, è previsto un abbassamento al 24% dell’aliquota Ires.

Ires: come si paga la tassa?

L’imponibile Ires si determina sui redditi composti da: redditi fondiari, redditi da capitali, 3% dell’ammontare complessivo dei proventi commerciali al netto dell’Iva e le plusvalenze patrimoniali. Alla formazione del reddito Ires, invece, non contribuiscono altri tipi di reddito compreso il reddito da lavoro autonomo e quello da lavoro dipendente.

L’Ires va pagato all’Agenzia delle Entrate mediante la compilazione del modello F24, nella sezione Erario, in cui va inserito il codice tributo 2003, l’anno di riferimento e l’importo della rata che si deve pagare.

Calcolo Ires: acconto e saldo dell’imposta

Ogni anno si deve versare al Fisco un acconto relativo all’Ires dell’anno d’esercizio in corso, il cui saldo verrà versato l’anno successivo. L’acconto è pari al 100% dell’importo riportato nel rigo RN17 del Modello Unico. Se tale importo è superiore a 103 euro l’importo può essere versato anche in due rate, il 40% dell’importo nella prima rata e il 60% dell’importo nella seconda.

L’importo dell’Ires corrente, va ricordato, non corrisponde all’Ires a saldo. Per l’Ires a saldo, infatti, bisogna tenere conto di eventuali crediti di imposta del contribuente, della ritenute d’acconto subite e delle somme già versate l’anno precedente a titolo di acconto. Di solito il saldo Ires relativo all’esercizio precedente va versato insieme all’acconto Ires relativo all’anno in corso.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *