Dove e come investire oggi 10000 euro

La situazione economica in cui ci troviamo da un paio di anni ci induce a riflettere come e dove investire i risparmi di una vita.

Difficile è andare in pensione ma più difficile è riuscire a risolvere il dilemma di come investire oggi 10000 euro risparmiati dopo anni di duro lavoro.

Certo è, che ascoltando la tv e leggendo i quotidiani e le riviste di settore, non esiste più la figura del consulente “amico” che un tempo avevamo nella banca dove per anni abbiamo versato i nostri soldi.

Le Banche oggi vengono viste con terrore dopo gli ultimi avvenimenti.

Con la situazione economica ancora molto altalenante, non esistono delle regole sicure per far si che il capitale investito possa fruttare al meglio.

Possiamo solo delineare dei suggerimenti e consigli in merito.

Il primo punto da analizzare è la diversificazione dell’investimento, 10000 euro non possono essere investiti tutti nello stesso modo, dobbiamo limitare i rischi.

Quindi il primo aspetto importante e decidere quanto siamo disposti a perdere e quanto vogliamo guadagnare.

Le linee guida consigliate sono sono:

 

  • Investire almeno il 30% di 10000 euro in Buoni fruttiferi postali o conto deposito che ci garantisce una rendita tra lo 0,75 e il 3 % annuo.

Questi tipo di investimento ci consente in qualsiasi momento di avere liquidità in caso di necessità.

  • Altri tipi di investimenti sempre sicuri sono quelli classici dal settore immobiliare all’oro alle opere d’arte e le obbligazioni (le pubbliche cioè quelle dello Stato sono le più consigliate).

 

Se si vuole azzardare un pò considerando sempre il rischio si può investire o “giocare in Borsa”.

Grazie al trading online oggi si può investire in Borsa dalla scrivania di casa, basta un tablet un pc o un smartphone e una connessione ad internet.

Anche in periodo di recessione se ci si affida a un valido broker potremmo avere dei guadagni elevati.

L’intermediario finanziario detto anche broker ovviamente, deve essere una persona fidata, deve essere iscritto alla CONSOB (Commissione Nazionale per la Società e la Borsa) e deve avere una sede fisica in Italia.

Un’altro tipo di investimento potrebbe essere all’estero.

Possiamo fare una classifica dei paesi in via di sviluppo dove meglio si possono investire i soldi.

Il primo paese è il Brasile, da 10 anni a questa parte, sta crescendo tantissimo sopratutto nel settore immobiliare.

Gli analisti sostengono che diventerà una delle cinque potenze mondiali.

Il secondo paese è l’Ungheria in un momento di crisi internazionale il loro PIL cresce rafforzando il Fiorino la loro moneta.

Terzo paese è il Messico anche qui grazie ad un ottima politica il PIL è sempre in crescita.

Il consiglio è diversificare sempre l’investimeto che si vuole fare, non fidarsi mai delle promesse di guadagni facili sicuri e immediati, fare attenzione a chi ci si rivolge.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *